fbpx

Migliorare il rapporto con i figli

Migliorare il rapporto con i figli

Migliorare il rapporto con i figli

Come essere dei genitori migliori

Essere genitori non è facile, è una sfida continua che a volte lascia un senso di grande  frustrazione e di paura. Per migliorare il rapporto con i figli ed essere dei genitori più efficaci è fondamentale dare spazio alle emozioni, proprie e dei figli.

La capacità di riconoscere le emozioni dei figli, di saperle cogliere, di saperne parlare e di comprenderle è forse la più importante abilità di un genitore. Su di essa si fonda un sano rapporto con i figli, a qualsiasi età.

Essere dei genitori allenatori emotivi per migliorare il rapporto con i figli

Sei in grado di riconoscere le emozioni dei tuoi figli? Dedichi del tempo per parlare con loro delle loro emozioni? Dai spazio alle loro emozioni? Sei un genitore allenatore emotivo per i tuoi figli?

Il genitore allenatore emotivo è il genitore che allena i propri figli a “maneggiare con cura” le emozioni, a riconoscerle, a non negarle ed a gestirle. E’ un allenatore nel vero senso della parola ed ogni giorno dedica del tempo per portare in campo i suoi figli e farli allenare per prepararli al difficile mondo delle emozioni ed alla vita.

Il genitore allenatore emotivo  allena!

E’ un classico chiedere al figlio che torna da scuola: “Come è andata oggi?” ed è un classico che il figlio risponda “Bene”. In questa occasione cosa fa il genitore allenatore emotivo?  Coglie l’occasione per “allenare” il proprio figlio e portarlo in campo per “fare due tiri”!

Spesso per i mille impegni di ogni giorno e per la fretta accade che il genitore davanti al “bene” del figlio cambi discorso o semplicemente continui a fare quel che stava facendo, senza fermarsi a pensare che dietro a quel “bene” c’è sicuramente un mondo da esplorare.

Il genitore allenatore sa guardare il volto del figlio ed il suo atteggiamento corporeo e sa valutare, attraverso l’interpretazione della comunicazione non verbale, se dietro al suo “bene” c’è invece una delusione, una paura, una frustrazione, una rabbia. Sarà pronto ad investire del tempo per esplorare il “bene” del figlio, portandolo a parlare della sua giornata e del motivo che di fatto lo rende triste o agitato o deluso.

Il genitore allenatore emotivo coglie ogni occasione per far esprimere al figlio le sue emozioni, senza paura di essere giudicato o deriso o sminuito.

Dare un nome alle emozioni

Aiutare i figli a dare un nome alle emozioni che stanno provando è fondamentale.

Saper riconoscere le emozioni che si sentono e saper dare loro un nome ha un effetto calmante sul sistema nervoso, lo dicono le ricerche. Questo vale per tutti, a tutte le età e vale ancor di più nella educazione e crescita dei figli.

Se un figlio è triste o impaurito o arrabbiato il genitore non deve limitarsi a consolarlo o rassicurarlo, ma ancor prima deve allenare il figlio a riconoscere la sua emozione, chiamandola con il suo nome. Se si inizia a fare questo tipo di allenamento quando i figli sono piccoli, sarà poi più facile aiutarli a gestire le loro emozioni durante al crescita.

Tutte le emozioni dei figli sono importanti

Il genitore allenatore emotivo sa che tutte le emozioni dei suoi figli sono ugualmente importanti, anche quelle che agli occhi di un adulto potrebbero apparire ridicole o superflue.

Se il figlio è triste perchè si è rotta la sua tazza preferita, la sua emozione è importante e come tale va trattata. Se è arrabbiato perchè il suo migliore amico non è uscito con lui, la sua emozione è importante. Se è impaurito perchè nella sua stanza c’è un ragno, la sua emozione è importante.

Nessuma emozione va trascurata e tanto meno ridicolizzata. Se siete degli allenatori emotivi saprete empatizzare con i figli anche per aiutarli a gestire le emozioni che ritenete più irrilevanti, dando loro il peso che i figli gli danno e non il peso che gli date voi. Questo li farà sentire accolti e compresi, farà loro capire che non sentono emozioni futili o sbagliate o stupide. Comprenderanno che tutte le loro emozioni hanno un valore e che sono rispettate dagli adulti.

Capire le emozioni dei figli per renderli adulti più felici e migliorare il rapporto con loro

Capire le emozioni dei figli è importante perchè è il primo passo per aiutarli a diventare degli adulti più felici e per migliorare il rapporto con loro.

Un figlio che è stato allenato a riconoscere le sue emozioni e gestirle sarà un uomo o una donna emotivamente intelligente. Sarà un adulto in grado di capire le sue emozioni, capirle, gestirle ed empatizzare con gli altri. Sarà un adulto in grado di avere sane relazioni.

Il futuro dei figli insomma dipende da quanto siano stati allenati al gioco delle emozioni!

Diventa un genitore allenatore emotivo con il nostro corso per genitori

Si può imparare a diventare genitori allenatori emotivi e migliorare i rapporti con i figli, a qualsiasi età.

QuiCoaching offre una vasta gamma di percorsi di Parent Coaching (il Coaching dedicato alla genitorialità) e di Teen Coaching (il Coaching dedicato ai figli teen ager). Scopri il PerCorso Genitoriale, il bellissimo Corso per Genitori ed il PerCorso per i figli adolescenti.

Tutti i nostri percorsi sono guidati da esperti Parent e Teen Coach Professionisti e sono on line (o in presenza nelle città di Roma e Biella). Tutti i percorsi sono con la nostra esclusiva formula One to One, per cui sei tu a decidere quando fare il corso!

Essere gentiore non è facile, ma con gli strumenti giusti puoi anche tu migliorare il tuo rapporto con i figli! Non apettare!

QuiCoaching ti offre un incontro gratuito con uno dei suoi Parent Coach Professionisti. Per richiederlo scrivi una mail a info@quicoaching.it e nell’oggetto scrivi “Incontro gratuito Parent Coach”. Verrai contattato per stabilire un appuntamento. L’incontro è on line.

@diritti di riproduzione riservati

Nicoletta Cotugno