Quale futuro per lo smartworking?

Quale futuro per lo smartworking?

Come lo smartworking ha cambiato il futuro delle aziende

i vantaggi dello smartworking

Dopo tre mesi di lockdown, durante i quali le aziende, da quelle più grandi a quelle familiari, hanno dovuto riorganizzarsi, si torna faticosamente ad una “quasi normalità”. Ma ora c’è da chiedersi: quale futuro per lo smartworking? Cosa è cambiato e cosa no nella organizzazioni e soprattutto quali cambiamenti sono stati positivi?

Con l’arrivo del virus e con la chiusura a partire dall’inizio di marzo 2020 la vita di tutti è radicalmente cambiata, anche quella delle aziende e delle attività imprenditoriali di ogni tipo, quelle di grosse dimensioni e quelle più piccole fino ad arrivare a quelle a dimensione familiare.

Chi aveva i mezzi e la struttura adatta ha fatto ricorso allo smartworking o anche detto lavoro agile, per consentire che il lavoro proseguisse, ma da casa.

Perchè lo smartworking?

Ne abbiamo sentito parlare sin dai primi giorni del lockdown. Lo smartworking in realtà è una modalità di lavoro da casa che esiste da tempo e che alcune aziende, per lo più quelle più grandi, già adottavano entro certi limiti. Il lavoro viene svolto dal dipendente da casa, attraverso telefono e  computer durante l’orario di lavoro. Insomma, invece di andare fisicamente in azienda, è l’azienda che va a casa del dipendente!

Cosa di più adatto dello smartworking in una situazione come quella che si è creata con il Covid-19? Lo smartworking ha consentito a molte realtà aziendali di continuare l’attività facendo lavorare i suoi dipendenti da casa, l’unico posto dove era possibile stare durante il lockdown.

Cambiare insieme al cambiamento, la crisi come nuova opportunità

Molte aziende, anche quelle più piccole, hanno saputo cogliere il momento, trasformando la crisi in una opportunità di crescita. Hanno saputo cambiare insieme al cambiamento. Anche quelle che non adottavano il lavoro agile prima della pandemia si sono rimboccate le maniche senza paura, si sono attrezzate ed hanno introdotto lo smartworking, scoprendo così tutti i suoi vantaggi.

Queste sono le realtà imprenditorali capaci di crescere e di superare le crisi con successo. Saper cambiare quando si verifica un cambiamento è fondamentale per resistere e per evolvere. Questo vuol dire che l’azienda è lungimirante, flessibile ed innovativa.

Non c’è crisi senza rinascita per chi sappia cogliere le opportunità!

Questo momento storico unico, che ci ha travolto e stravolto tutti, ha avuto anche i suoi lati positivi. D’altra parte, per fortuna, non esiste crisi, non vi è fallimento e non c’è caduta che non insegni qualche cosa, che non offra nuove risorse a chi le sappia cogliere.

L’imprenditore lungimirante, flessibile, innovativo e coraggioso è proprio quello che davanti ad una crisi, invece di fermarsi a guardare i danni, volge lo sguardo oltre, cercando nuove opportunità.

Adottare lo smartworking ed inserirlo nella propria azienda, ove possibile e conforme al tipo di attività, è stato certamente uno dei modi con i quali molte realtà aziendali sono state in grado di trasformare la crisi in una nuova opportunità di crescita.

I vantaggi dello smartworking per il lavoratore

Chi ha lavorato in smartworking in questo periodo ha dichiarato di aver svolto il lavoro sicuramente in modo più impegnativo ed intenso rispetto al lavoro in azienda, riferendo però di aver diminuito lo stress e di aver trovato molti lati positivi nel metodo di lavoro agile. Quali?

Meno stress con lo smartworking!

Si evita tutto lo stress dell’arrivo sul posto di lavoro. Traffico, smog, problemi con il parcheggio, ritardi, pioggia, mezzi che non passano. Tutto questo genera nel dipendente un notevole stress, facendolo arrivare alla sua scrivania già stanco e sfibrato.

Lavoro più concentrato

Il caffè o le chiacchiere con i colleghi sono di certo un piacere ed un importante momento di socializzazione, ma quante volte si è bloccati in una chiacchierata e si ha l’ansia di rientrare nella propria stanza perchè c’è quella scadenza o quel lavoro da consegnare entro il pomeriggio? Quante volte il collega ci scarica addosso tutto il suo stress parlandoci dei suoi problemi e caricandoci di ansia? Quante volte si rimane coinvolti in chiacchiere sterili e pettegolezzi dai quali non si riesce a sfuggire per non fare la figura degli asociali in ufficio? Lo smartworking libera da tutto questo, rendendo il lavoro molto più produttivo e concentrato, si rispettano le scadenze, si accumula meno lavoro arretrato, si fa più ordine nelle attività di ogni giorno.

Tempo per fare e prendersi cura di sè

Si ottimizza il tempo non solo per il lavoro, ma anche per la vita di tutti i giorni. La mattina risparmiando il tempo per andare in ufficio c’è chi ha introdotto una attività fisica o di benessere, facendo ginnastica o stretching o meditazione. C’è chi poteva rifare la stanza, pulire la cucina ed il bagno, così che al termine del lavoro la casa era già in ordine. C’è chi ha speso il suo tempo per dedicarsi alla lettura mattutina, sia per portare avanti lo studio sia per aggiornarsi sia semplicemente per piacere personale.

Una dieta più sana

Si può seguire una dieta sana. Non andando in ufficio si evitano i duemila caffè con i colleghi con annessi cornetti. A pranzo è possibile mangiare meglio, evitando mense o panini del bar. Sono tantissimi quelli che riferiscono di esser dimagriti durante questo periodo di lavoro agile, avendo eliminato molte abitudini errate alimentari, come quelle di fare spuntini continui pur di uscire dalla stanza di lavoro, di mangiare cibi sbagliati dietro al collega che prende sempre hamburger e patatine, di fare l’aperitivo all’uscita dal lavoro per premiarsi dopo una giornata stressante.

I vantaggi per l’azienda

Allo stesso modo lo smartworking ha dato vantaggi all’azienda che ha saputo e voluto adottarlo. Sono il riflesso dei vantaggi che il dipendente ha avuto.

Se il dipendente inzia a lavorare al mattino con meno stress, lavorerà meglio durante il giorno e sarà più produttivo.

Se il dipendente perde meno tempo in chiacchiere, al bar o a fumare con i colleghi, sarà più concentrato nel suo lavoro, si organizzerà meglio, rispetterà le scadenze.

Se il dipendente ha avuto più tempo per sè prima di iniziare a lavorare, facendo sport o leggendo o organizzando la casa, sarà più sereno e lucido e lavorerà meglio.

Se il dipendente vive meglio e mangia meglio, sta meglio e lavora meglio.

Insomma i vantaggi dello samrtworking sono molteplici e soprattutto sono sia per il lavoratore sia per l’azienda.

Smartworking, quale futuro?

L’esperienza dello smartworking ha dimostrato, alle aziende che non ne avessero mai fatto uso prima ma anche a quelle che lo usavano moderatamente, che è una modalità di lavoro assolutmente positiva. Molte aziende o piccole imprese doverebbero continuare a farne uso anche dopo la fine del lockdown.

Abbiamo raccolto la testimonianza di molti lavoratori, i quali ci hanno riferito che le loro aziende, finito il lockdown, sono tornate al lavoro presso gli uffici, eliminando lo smartworking totalmente. Queste persone hanno riferito di essere entrate nuovamente in ansia e di esser state aggredite dallo stress ante covid, anzi di avere uno stress ancora più forte nel dover riprendere la vita in ufficio così come era prima. Le ripercussioni sulla produttività di ogni singolo lavoratore non tarderà a farsi sentire.

E allora? Per quale ragione tornare indietro? Perchè non continuare, ove possibile, ad usare uno strumento di lavoro positivo ed efficace? Magari alternando giorni di lavoro in sede con giorni di lavoro agile.

Siate imprenditori innovativi e lugimiranti!

Qualsiasi sia la vostra attività imprenditoriale, siate imprenditori al passo con il futuro. Non volere usare lo smartworking nella vostra attività per paura di non poter controllare è un limite enorme e non vi darà vantaggi, ma vi farà restare indietro.

Se volete migliorare la vostra attività di impresa, se volete darle nuova energia, se siete manager e volete capire come meglio gestire i vostri gruppi, se volete rendere possibile la vostra vision portando la vostra azienda fuori da un momento di impasse, allora fatevi accompagnare da uno dei business coach di QuiCoaching. Inviate una mail a info@quicoaching.it ed avrete un colloquio gratuito e senza impegno!

Scoprite cosa possiamo fare per voi e per il vostro sogno imprenditoriale, cliccate Qui!

@diritti di riproduzione riservati

Nicoletta Cotugno