fbpx

Come recuperare il rapporto di coppia con la comunicazione.

Come recuperare il rapporto di coppia con la comunicazione.

Immagine di una coppia in criisi, come recuperare il rapporto di coppia con la comunicazione

Capire come recuperare il rapporto di coppia quando c’è una crisi è fondamentale per non cadere nella passività e nella rottura definitiva del rapporto.

Come recuperare il rapporto di coppia quando c’è una crisi non è cosa semplice, ma uno strumento valido è di sicuro la comunicazione. In genere se la coppia sta vivendo una crisi la prima cosa che si rompe è la capacità dei partener di parlarsi e di comunicare. Tutto ha proprio inizio da qui, dalla graduale e silenziosa perdita di una comunicazione efficace tra i due partner.

La crisi di coppia non nasce da un giorno all’altro, ma si crea ed evolve nel tempo, spesso in modo silenzioso e senza che i due partner se ne rendano veramente conto. All’improvviso, un giorno come un altro, accade che uno dei due o entrambi iniziano a prendere consapevolezza che le cose non vanno, che non ci sono più stimoli all’interno della coppia, che non si fanno più tante cose insieme, che ciascuno sta vivendo una vita sua, che non si è più felici insieme e soprattutto che non si parla più da tempo.

L’importanza di una comunicazione efficace nella vita di coppia.

Il primo ingrediente che fa funzionare una coppia è quello all’apparenza più scontato e più semplice ovvero la capacità dei due partner di comunicare tra loro in modo efficace. All’inizio di una storia d’amore la voglia di stare insieme e l’entusiasmo rendono più facile sapersi parlare ed ascoltarsi. Ciascuno dei partner è orientato verso l’altro e tende a voler far star bene l’altro, si dedica pertanto ad ascoltare le sue necessità ed a dialogare con l’altro in modo costruttivo.

Altre volte la comunicazione di coppia manca sin dal principio, ma i due partner non se ne rendono conto perché sono distratti dall’entusiasmo di una nuova avventura, dall’attrazione fisica e sessuale, dal nuovo, che rende in genere tutto di un colore diverso. In tal modo queste coppie non si accorgono nemmeno di non saper comunicare o di non aver nulla da dirsi e da condividere.

In entrambi i casi, se la coppia perde la capacità di comunicare in modo efficace o se non ce l’ha sin dal principio, sarà destinata a vivere una crisi che potrebbe poi portare alla rottura. La capacità di comunicare è pertanto un elemento fondamentale nella vita di coppia, senza la quale la coppia non può vivere a lungo un rapporto positivo.

Cosa vuol dire comunicare in modo efficace?

La comunicazione efficace è uno strumento potentissimo che condiziona e determina tutte le relazioni, non solo quelle di coppia. Senza una vera ed efficace comunicazione non può esistere una relazione, sia essa d’amore, di amicizia, di lavoro o di qualunque altro genere.

Tutte le relazioni interpersonali pertanto si fondano sulla comunicazione delle parti. La comunicazione presuppone una serie di capacità che non sono poi così semplici, si tratta della capacità di ascoltare in modo attivo e della capacità di creare un legame empatico con l’altro.

Cosa vuol dire saper ascoltare?

Saper ascoltare è il primissimo e fondamentale elemento per una comunicazione efficace. Ascoltare non è semplicemente udire, ascoltare vuol dire comprendere veramente ciò che l’altro vuol trasmetterci, ponendo attenzione alle sue parole ed a tutta la sua comunicazione non verbale. Vuol dire saper interpretare tutto il “non detto”, saper dare un significato ai gesti dell’altro, al tono di voce, ai suoi silenzi. Per ascoltare in modo autentico è necessario annullare temporaneamente se stessi e dedicarsi all’altro, dando spazio all’altro e facendo tacere il proprio pensiero. Ascoltare in modo attivo vuol dire prima di tutto saper stare in silenzio, annullare tutti i propri pensieri, eliminare la frenesia del mondo che ci circonda e concentrarsi solo sull’altro.

Bisogna avere empatia!

La comunicazione non sarebbe efficace veramente se, oltre alla capacità di ascoltare, non ci fosse quella di creare un contatto empatico con l’altro. E’ necessario sapersi mettere nei panni dell’altro, cercare di capire veramente quello che l’altro vuole dirci provando a vivere le sue stesse emozioni. L’empatia non a caso è uno degli elementi fondamentali della così detta intelligenza emotiva. Non è facile essere empatici, ma l’empatia può essere allenata!

La comunicazione efficace, pertanto, è fatta non solo di parole o di ascolto, è un mix di ingredienti tutti necessari e fondamentali. Se ne manca uno, la comunicazione non sarà efficace.Crisi di coppia. Cosa fare? Come recuperare il rapporto di coppia?

Crisi di coppia. Cosa fare? Come recuperare il rapporto di coppia?

Lo abbiamo detto, la prima cosa che viene a mancare nella coppia in crisi è proprio la capacità di comunicare in modo efficace. La mancanza di comunicazione è il primo e più importante campanello di allarme. Purtroppo spesso la coppia si rende conto che non c’è più comunicazione troppo tardi, quando cioè la comunicazione si è spenta da moltissimo tempo. In questi casi l’unica cosa che i partner sono stati capaci di fare è stata quella di tenere un atteggiamento passivo. E’ facile dire a se stessi: “vediamo che accade, magari domani andrà meglio”. Intanto i giorni, i mesi e gli anni passeranno in un soffio. La crisi all’interno della coppia diventerà sempre più radicata e la comunicazione sarà definitivamente persa. Allora che fare quando la coppia prende coscienza che non è più capace di comunicare o i partner si accorgono di non avere mai comunicato veramente?

Riprendere a comunicare in modo efficace non è facile, vuol dire imparare di nuovo o addirittura ex novo a comunicare. Come? Gli strumenti esistono e richiedono prima di tutto la voglia di recuperare il rapporto di coppia e superare la crisi. E’ necessario prima di tutto porsi due domande fondamentali per iniziare a lavorare al recupero della crisi di coppia.

Prima domanda: vogliamo veramente recuperare il rapporto di coppia?

Il primo segreto per superare la crisi di coppia è avere la ferma e decisa volontà di farlo. Se anche solo uno dei due partner ha una riserva mentale e non è convinto di voler lavorare al recupero della coppia, allora molto probabilmente ogni sforzo risulterà vano e porterà solamente ad una riparazione temporanea.

La volontà e la consapevolezza sono pertanto elementi fondamentali, senza i quali è inutile cercare metodi e maniere per “curare” la coppia in crisi. Se siete in crisi con il vostro partner, chiedetevi prima di tutto se volete veramente ricostruire l’unione della vostra coppia e valutate se il vostro partner lo voglia altrettanto.

Seconda domanda: quando abbiamo smesso di comunicare?

Chiedetevi quando avete smesso di parlare veramente e di ascoltarvi. Ripercorrete la vita di coppia degli ultimi tempi e prendete coscienza di tutte le volte nelle quali non avete ascoltato il partner e non solo ascoltato le sue parole, ma soprattutto il non detto. Chiedetevi perché  avete perso la voglia di ascoltarlo in modo attivo ed efficace e perché anche voi avete smesso di comunicare con lui/lei le vostre emozioni e sentimenti.

Per riprendere a comunicare con il partner è necessario seguire qualche regola.

Regola n. 1: non si può non comunicare.

Questo assioma è stato formulato in America nella metà del secolo scorso. Ricordatevi che anche quando pensate di non comunicare in realtà state comunicando qualche cosa. Se siete arrabbiati con il partner e scegliete di non parlare, stando muti ed isolati, in realtà state comunicando la voglia di non comunicare e di chiudere ogni forma di contatto. Questo di riflesso crea nel partner un atteggiamento di rifiuto e di chiusura, così che entrambi i partner si ritroveranno distanti e divisi irrimediabilmente. E allora è molto più costruttivo comunicare veramente cosa provate, piuttosto che non parlare.

Regola n. 2: prendetevi il rischio di dire cosa pensate al vostro partner. Siate autentici!

Dite chiaramente cosa provate, cosa non vi va bene, cosa vi ha ferito, cosa non vi piace nel comportamento dell’altro. Dovete accollarvi il rischio che il partner possa reagire e possa arrabbiarsi, non abbiate paura! Ricordate che il silenzio sarà ancora più deleterio delle parole e che le cose non si risolveranno stando zitti. Altrettanto errato è pensare che il partner capirà da solo cosa provate.

Regola n. 3: parlate in prima persona al partner .

Davanti ad un comportamento del partner che vi disturba, non vi piace, vi crea disagio, non accusatelo usando il “TU”. Non dite “Tu hai fatto questo ed hai sbagliato”. Piuttosto usate la prima persona, dite “Io mi sento….,Io provo……”. Rendete voi stessi i protagonisti delle emozioni che voi state provando. In questo modo non innescherete la reazione del partner che si sente accusato e che a propria volta accuserà per giustificarsi. Evitate frasi in terza persona, come “In genere la gente pensa questo…..” o “In genere si fa così” ed esprimete in modo autentico quello che voi pensate. Abbiate il coraggio di dire “Io penso….”.

Regola n. 4: esprimete le vostre emozioni spiegandole.

Non limitatevi a dire “Io mi sento così…”, ma spiegate il perché di quella vostra emozione.  Motivate quello che il comportamento dell’altro vi fa provare, argomentatelo senza timori. Ricordate che il partner potrebbe non capire da solo le motivazioni di certe vostre reazioni.

Regola n. 5: non cedete al pericoloso ciclo vizioso delle accuse reciproche. Acoltate l’altro ed Imparate a chiedere scusa.

Sappiate accettare le critiche che il vostro partner vi muove.Imparate ad ascoltare l’altro in modo attivo. Non rispondete automaticamente con altrettante critiche nei suoi confronti. Prendete atto di ciò di cui il partner vi accusa e rifletteteci per verificare se vi sia un fondamento di verità. Quindi rispondete in modo costruttivo, anche ammettendo eventuali vostri errori. Semplicemente chiedete scusa se capite di aver ferito, anche involontariamente, l’altro. Imparate che chiedere scusa non è segno di debolezza, ma è un’arma potentissima che apre moltissime porte. Usatela!

Regola n. 6: dite cosa volete!

Dopo aver espresso le vostre emozioni ed averle motivate, concludete esprimendo cosa vorreste dal partner. Imparare ad esprimersi in termini di “io voglio…..” non deve farvi paura, al contrario sarà il modo migliore per rendere la comunicazione con il partner costruttiva e non distruttiva.

Come superare la crisi di coppia e come ritrovare la felicità nella coppia con il coaching.

Il coaching potrà aiutarvi a superare la crisi di coppia dandovi gli strumenti giusti per riprendere a comunicare in modo efficace ed accompagnandovi lungo il percorso necessario per riprendere l’unità di coppia ed una vita di relazione felice.

Parliamo chiaramente del life coaching. Affidarvi ad un life coach vi consentirà di elaborare un percorso per ritrovare obiettivi comuni e superare gli ostacoli che hanno portato alla crisi di coppia. Sarà utile anche seguire workshop dedicati, che vi aiuteranno ad approfondire i metodi per imparare a comunicare correttamente nella vita di coppia.

Davanti ad una crisi di coppia, pertanto, non siate passivi. Ricordate che la passività non porta a nulla. Le cose non miglioreranno da sole, anzi peggioreranno fino alla rottura sicura. Entrate nel meraviglioso mondo del “fare” ed agite per vedere se sia possibile recuperare la crisi della vostra coppia o per prendere coscienza che è il momento di voltare pagina e terminare una relazione definitivamente stanca .

Usate ora l’opportunità che QuiCoaching vi offre attraverso una sessione gratuita di Life Coaching, vi aiuterà a capire cosa può fare per voi un Life Coach! Richiedetela subito!

Partecipate all’esclusivo percorso di cambiamento e crescita personale, per iniziare subito a vivere più consapevolmente. E’ un ciclo di cinque corsi, programmati a Roma, Torino e Milano. Iscrivetevi ad uno, a qualcuno o a tutti. Siamo così certi del loro valore e della loro efficacia che, se non ne uscirete cambiati, vi rimborseremo il prezzo! Prima acquistate il vostro biglietto e più risparmiate. Scopriteli tutti!

Iscrivetevi alla nostra newsletter ed entrate a far parte della QuiCoaching Community, per avere sconti e partecipare ad attività speciali riservate solo alla Community!

Nicoletta Cotugno

@ogni diritto riservato