fbpx

La paura del giudizio altrui

La paura del giudizio altrui

paura del giudizo altrui

Quella paura del giudizio che ti frena

La paura del giudizio altrui è, dopo la paura di fallire e di sbagliare, la paura che più ti limita. E’ quella paura che spesso ti impedisce di raggiungere i tuoi obiettivi, di qualsiasi tipo essi siano: di lavoro, personali, di studio, sportivi.

“Devo fare una presentazione al mio capo o un colloquio di lavoro, ma ho paura che il capo o il selezionatore mi giudichi un incapace. Vorrei tanto conoscere quella persona, ma ho troppa paura che mi giudichi uno/a stupido/a. Vorrei superare quell’esame, ma so già che sul più bello, durante la discussione, la paura di essere giudicato/a mi creerà una tale ansia da annebbiare la mia memoria. Devo affrontare quella gara sportiva, ma ho paura di come verrò giudicato/a dai miei compagni di squadra e dal mio allenatore.”

Se ti capita di sentire questa paura terribile del giudizio altrui, per prima cosa sentiti in buona compagnia! Non sei il solo o la sola. Moltissime persone come te sono aggredite letteralmente da questa paura, generatrice di ansia.

La paura del giudizio, cosa è

Come tutte le paure, anche la paura del giudizio è una emozione irrazionale, che spesso ti fa “vedere nero”. Genera una tale ansia che ti porta a pensare in modo catastrofico, sovrastimando le difficoltà e sottostimando te stesso/a.

Mi piace definire l’ansia come un “eccesso di futuro”. La paura di essere giudicato/a non è forse solamente un eccesso di futuro? Non è qualche cosa di concreto, non sai se l’altro ti giudicherà, nè tanto meno come ti giudicherà. Le tue sono solo supposizioni, tue proiezioni su un evento futuro ed incerto.

La paura del giudizio, pertanto, generando uno stato di ansia, ti induce a considerare tutto difficile, buio, nero.

“Il Capo/selezionatore mi giudicherà talmente male che la mia presentazione di lavoro sarà una catastrofe e non avrò la promozione che tanto desidero/ che la mia candidatura non verrà nemmeno presa in considerazione per quel posto di lavoro. La persona che mi piace mi giudicherà un cretino/a e non vorrà più vedermi. All’esame se mi capiterà di tentennare o se manifesterò la mia paura, il professore mi giudicherà non idoneo/a  e mi boccerà. Durante questa competizione sportiva sarò sotto l’occhio di tutti e se farò degli errori verrò giudicato e considerato/a un incapace, che figura, non mi vorranno più in squadra!”

Come si combatte la paura del giudizio

Se ti stai chiedendo come si combatte la paura del giudizio, sappi che le armi che hai a tua disposizione sono la razionalità e la distrazione.

Andiamo a vederle.

La razionalità

Per combattere la paura del giudizio per prima cosa prova a chiederti: “quanto è razionale questa mia paura?”, “cosa c’è di reale in quel che temo?”

Probabilmente le tue risposte saranno: “Non c’è nulla di razionale e nulla di reale in quello che temo perchè è solo frutto della mia mente”.

Chiediti anche: “quante altre volte ho avuto paura del giudizio, ma poi è andato tutto bene?”. E ancora: “quante persone mi giudicano bene e mi stimano nonostante tutti i miei limiti?”.

Certamente scoprirai che sono più le occasioni nelle quali sei stato giudicato bene e che sono molte le persone alle quali piaci e ti stimano, nonostante i tuoi punti deboli. Allora per quale ragione ora dovrebbe essere diverso?

Per finire domandati: “ma cosa mai mi accadrà di così brutto se anche quella persona o quelle persone mi giudicheranno male?”. Te lo dico io, nulla! Non accadrà proprio nulla! Non cade il mondo, non morirai, non cambierà la tua vita! Ci rimarrai male, è naturale, ma potrai fartene una ragione e scoprire che tutto sommato tu non sei quel giudizio.

La distrazione

Un metodo davvero efficace per contrastare la paura di essere giudicato/a è la distrazione.

Quando devi affrontare qualche cosa che ti genera l’ansia del giudizio, fermati e sposta la tua attenzione su altro.

Ricorda che il tuo cervello non riesce a pensare due cose contemporaneamente. Se lo porti a pensare ad altro, non penserà alla paura del giudizio altrui.

Puoi meditare per qualche minuto, puoi contare da 100 ad 1 togliendo ogni volta 7, puoi leggere qualche cosa, cantare una canzone, disegnare. Scelgi tu!

Tu non sei il giudizio degli altri

Non lasciare che il giudizio altrui limiti la tua vita. Tu non sei il giudizio degli altri. Sei ben altro e molto altro.

Ricorda sempre questa verità e fanne un mantra, da ripetere a te stesso/a ogni volta in cui hai paura di essere giudicato/a.

Con il coaching superi le paure e l’ansia

Il coaching ti aiuta a superare la paura di essere giudicato e l’ansia che ne deriva, portandoti ad affrontare le sfide, di qualunque genere, con spirito vincente. Attraverso un metodo efficace il tuo mental coach ti offre gli strumenti migliori per imparare a gestire le tue emozioni, trasformandole da limitanti in motivanti.

Scopri tutti i nostri percorsi per la tua crescita personale e professionale, clicca Qui.

Nicoletta Cotugno

@diritti di riproduzione riservati