Come affrontare l’isolamento ai tempi del covid-19

Come affrontare l’isolamento ai tempi del covid-19

come affrontare l'isolamento ai tempi del covid 19

Sette consigli dallo spazio per vivere in isolamento

Da oltre un mese viviamo in isolamento nelle nostre case a causa dell’emergenza Covid-19, un evento epocale che ha stravolto radicalmente le nostre vite. Sono passati tanti giorni, ma ancora molti non hanno trovato un nuovo equilibrio e non riescono a vivere l’isolamento con la giusta calma e con le modalità migliori, soffrendo stress, depressione, ansia, smanie, insonnia, nervosismo. Come affrontare l’isolamento?

Dallo spazio arrivano sette suggerimenti per vivere in isolamento lunghi periodi senza…perdere la testa.

L’esperienza di Scott Kelly per affrontare l’isolamento

L’astronauta della Nasa Scott Kelly, oggi in pensione, in una lettera al New York Times condivide la sua passata esperienza nello spazio, dove, per una missione, ha trascorso quasi un anno a bordo della stazione spaziale internazionale. In 215 giorni di isolamento Kelly ha appreso il modo migliore non solo per sopravvivere, ma per conquistare una nuova dimensione.

1. Programma il tuo tempo

Kelly specifica che lassù il suo tempo era programmato, vi era il tempo per curare le piante, quello per “passeggiare nello spazio” e così via. Era talmente tutto programmato che quando è tornato sulla terra non ha più potuto farne a meno.

Kelly consiglia infatti:

mantenere un piano aiuterà voi e la vostra famiglia ad adattarsi a un ambiente di lavoro e di vita domestico diverso .

In isolamento, come anche nella vita normale, è necessario avere un obiettivo, un progetto ed un programma. Scandire il tempo e regolarlo crea ordine e l’ordine crea tranquillità e sicurezza. Scegli come regolare il tuo tempo durante la giornata, cosa farai appena sveglio, cosa a metà mattina, cosa nel pomeriggio e la sera, dandoti un obiettivo diverso per ogni fase.

2. Fai attività piacevoli

L’astronauta racconta che quando si vive a lungo chiusi in uno stesso posto, dove si deve anche lavorare, è necessario darsi un ritmo, alternando il lavoro allo svago. E’ importante, dice Kelly, dedicare del tempo a fare attività piacevoli, come guardare serie tv o fare giochi o leggere un libro.

In base alle tue potenzialità e gusti scegli qualche cosa che ti faccia star bene e dedicagli del tempo ogni giorno.

3. Muoviti

Kelly fa riferimento alla necessità di dedicare tempo al movimento. Gli astronauti fanno esercizio fisico per tre ore al giorno, ma questo perchè vivono in assenza di gravità e devono conservare tonicità muscolare.

Sulla terra sarà sufficiente fare un po’ di attività fisica ogni giorno, anche solo 15/20 minuti di ginnastica andranno bene per tenere alto il metabolismo, produrre gli ormoni del benessere e rinforzare le difese immunitarie.

4. Dormi il giusto e bene

Gli scienziati della Nasa hanno studiato gli effetti del sonno e l’incidenza di una buona qualità del sonno sulle capacità cognitive, sull’umore e sulle relazioni interpersonali. Per questo è necessario lasciare tempo sufficiente al sonno.

Prima di dormire non guardare telegiornali o informazioni sull’epidemia, piuttosto fai una bella lettura, bevi una tisana o un bicchiere di latte. Cura il tuo corpo, mettendo la crema alle mani, che sono secchissime a causa dei continui lavaggi e cerca di rilassarti.

5. Non isolarti anche se sei isolato

In isolamento è fondamentale non isolarti! Kelly si raccomanda di tenere vivi i rapporti con gli amici e con i parenti, attraverso video chiamate. Parlare ogni giorno con persone care aiuta a superare la solitudine, a sentirsi meno soli, a condividere le emozioni, ad allenare l’umorismo, ad essere uniti alle persone alle quali vogliamo bene pur essendo distanti.

6. Scrivi le tue emozioni

La Nasa studia da anni gli effetti dell’isolamento nello spazio ed ha scoperto che uno strumento efficace per combattere la depressione è tenere un diario giornaliero. Anche Kelly ne aveva uno, nel quale non si limitava a riportare la cronaca della giornata. In esso soprattutto riportava le sue emozioni, quelle positive e quelle negative. Trascriveva come riusciva a superare ogni giorno i momenti difficili. Questo, dice Kelly, lo aiutava a vedere tutto in prospettiva, comprendendo che anche nei momenti più difficile vi era del positivo.

7. Allena la generosità

Conclude Kelly che vedere la terra dallo spazio, rimanendone lontano per molto tempo, gli faceva provare una sensazione di compassione, accompagnata dalla voglia di fare qualche cosa per gli altri. Per questo, conclude l’astronauta, è importante fare delle “buone azioni”, fare insomma qualche cosa che vada oltre la nostra personale utilità.

Le possibilità a casa sono tante, come offrire on line aiuto gratuitamente a seconda della tua professionalità ed esperienza, fare una donazione, fare la spesa ad un vicino anziano o malato. Questo contribuirà a darti un senso diffuso di felicità e benessere.

Il Coaching ti aiuta

Il Coaching può aiutarti a trovare nuovi equilibri, per superare questo momento e per essere preparato a riniziare una nuova vita, che sarà molto diversa da quella che avevi fino al 9 marzo. Accompagnato/a da uno dei nostri Coach professionsti potrai scoprire quali sono le tue potenzialità, quei tratti caratteriali innati che ti consentono di affrontare le sfide della vita e vincerle. Potrai allenare la tua resilienza, l’autostima, la fiducia, l’ottimismo. Potrai ritrovare la giusta motivazione e nuovi obiettivi per il tuo futuro.

Scopri i vantaggi, il metodo ed il significato del Life Coaching, clicca Qui.

Richiedi la sessione gratuita che QuiCoaching ti regala, è senza impegno e ti darà una idea concreta di come agisce il coaching e di quello che può fare per te. Inviaci subito una mail!

@diritti di riproduzione riservati

Nicoletta Cotugno