Il segreto di una relazione felice è la fiducia.

La fiducia è come il lievito!

Il segreto di una relazione felice è la fiducia

Nella complicata ricetta dell’amore, il vero segreto di una relazione felice è la fiducia. Creare e far aumentare la fiducia nel rapporto di coppia è come mettere il lievito nella torta, indispensabile per farla crescere! La fiducia è un insostituibile acceleratore. Grazie alla fiducia aumentano in maniera esponenziale la comunicazione, le emozioni, l’empatia, la passione e di conseguenza la relazione crescerà sana e forte.

Ora il punto è capire cosa si intenda per fiducia e quali siano i suoi cardini.

Cosa è la fiducia.

Alla domanda “Cosa è la fiducia” l’Amministratore Delegato della General Electric disse: “La conosci quando la provi!”.

Sembra strano rifarsi ad una definizione di fiducia data da un businessman, ma credo che non esista definizione più “azzeccata”. Non è un caso infatti che ogni tipo di rapporto, da quello d’amore a quello familiare, di amicizia o di lavoro sia accompagnato da un elemento comune, la fiducia. Senza di essa nessuna di queste relazioni può funzionare bene. Per questa ragione le parole dell’Amministratore Delegato sono valide ed applicabili non solo nelle aziende, ma anche tra i partner o tra le pareti domestiche o tra gli amici.

Se hai provato la fiducia, se l’hai data o se l’hai sentita per qualcuno, allora di certo sai cosa sia.

La fiducia è l’affidabilità, il credere in te  stesso e nella tua integrità, ma anche credere nell’altro e nella sua integrità. Il contrario della fiducia? E’ il sospetto.

Il primo cardine della fiducia, l’integrità.

L’integrità è il primo cardine della fiducia, il primo costituente, la radice della fiducia. Per integrità si intende l’onestà, l’essere cioè coerente con i tuoi valori e con i tuoi principi. Quel che pensi e che senti dovrà coincidere con le tue azioni. Se l’altro vede in te la coerenza, cioè la corrispondenza tra i tuoi principi e le tue azioni, allora avrà fiducia in te. Allo stesso modo tu avrai fiducia nel tuo partner se sarà coerente, se il suo modo di pensare e di essere corrisponderà al suo modo di fare.

Come potresti fidarti di qualcuno che pensa qualche cosa, ma che ne fa un’altra?

Il coraggio di non tradire te stesso.

L’integrità è anche coraggio di non tradire te stesso. Se hai il coraggio di affermare i tuoi pensieri, i tuoi principi e valori e di agire di conseguenza, allora crei fiducia intorno a te e nella tua relazione. Paradossalmente il coraggio della coerenza rafforzerà il tuo rapporto, anche se all’apparenza l’essere integro e corente potrebbe andare in contrasto con i pensieri ed il modo di fare dell’altro.

Ricorda sempre di avere il coraggio di affermare te stesso nel tuo rapporto di coppia, di non nascondere chi sei veramente e cosa pensi, di difendere i tuoi valori ed i tuoi principi. Non aver paura che il tuo partner possa allontanarsi da te perchè stai manifestando la tua integrità, piuttosto abbi paura che possa farlo vedendo in te una dissimulata accondiscendenza.

Non dimenticare l’umiltà!

L’integrità, oltre ad essere onestà, coerenza e coraggio, è anche umiltà. Essere umili nel rapporto di coppia vuol dire avere la capacità di riconoscere di aver bisogno dell’altro. Il contrario dell’umiltà è l’arroganza e la presunzione.

Nella relazione d’amore impara ad essere umile, a manifestare apertamente e senza vergogna di avere bisogno del tuo partner, al quale ti appoggerai con fiducia. In questo modo trasmetterai all’altro una buona dose di fiducia, così che anche l’altro imparerà ad affidarsi a te con umiltà.

Il secondo cardine della fiduca, l’intento.

Dopo l’integrità, il secondo cardine della fiducia è senza dubbio l’intento. Se l’integrità è la radice della fiducia, l’intento è il tronco. Per intento si intende la motivazione, quella che parte dal tuo intimo e che poi si manifesta all’esterno sostenendo, come il tronco, il tuo voler vivere nella relazione di coppia.

Chiediti: “Per quale motivo sono in questo rapporto sentimentale?”. Perchè amo il mio/mia partner e voglio prendermi cura di lui/lei oppure per un altro motivo?

La motivazione che deve trovarsi alla base di una relazione e sostenerla come un tronco è la volontà di prendersi cura dell’altro. Solo così si crea fiducia in amore. Se l’altro percepirà che il tuo unico intento è prenderti cura di lui, allora avrà fiducia in te.

Ricorda, non c’è nulla di più deleterio e distruttivo in una relazione di coppia di una motivazione falsa ed ipocrita. Se la tua motivazione è egoistica, se vuoi portare avanti la tua relazione per non stare solo o per avere una sicurezza economica o per prestigio sociale, allora cadrà ogni fiducia ed il rapporto non sarà autentico e destinato a finire.

Il Coaching Relazionale per imparare la fiducia.

La fiducia in amore si può apprendere, si può accrescere e può anche essere ricostruita. La ricostruzione della fiducia, dopo che essa sia venuta a mancare, è fondamentale non solo per ripristinare un rapporto di coppia in crisi, ma anche per aiutare i partner a chiudere la relazione in modo meno traumatico.

Il Coaching Relazionale ti può aiutare a migliorare il rapporto di coppia, guidandoti verso l’apprendimento della fiducia, la sua creazione ed accrescimento. La coppia o anche solamente uno dei partner può affidarsi al Coach Relazionale con l’obiettivo di far crescere la relazione d’amore, di modificare certi meccanismi, di migliorare la comunicazione, di imparare ad esprimere i sentimenti e di creare un ambiente di fiducia reciproca, anche là dove essa si sia persa.

Scopri di più sui vantaggi del Coaching Relazionale e richiedi subito la sessione gratuita e senza impegno che QuiCoaching ti regala. Ti basta inviare una mail!

Prenditi cura della tua relazione di coppia, usa la fiducia per renderla resistente!

Iscriviti alla nostra Newsletter per entrare nella nostra Community e partecipare alle prossime iniziative, corsi, workshop.

@diritti di riproduzione riservati

Nicoletta Cotugno